Navigare Facile

Bereguardo e Martesana

I navigli del '400

Nel 1420 venne iniziata la costruzione del Naviglio Bereguardo. Si tratta di fatto di una diramazione del Naviglio Grande, da cui  si stacca nei pressi di Abbiategrasso; raggiunge poi Bereguardo a sud dove si riunisce al fiume Ticino.

Grazie all'invenzione delle conche, intorno alla metà del secolo il canale da irrigativo cambiò il proprio utilizzo e divenne navigabile.
Lo scopo iniziale era quello di collegare via acqua i castelli di Abbiategrasso, Berenguardo e Milano.
I lavori più massicci vennero effettuati tra il 1457 ed il 1470 per ordine del duca di Milano, Francesco I Sforza.
Nell'Ottocento questo Naviglio effe una funzione essenziale per il trasporto di sale ed altro materiale da Venezia: risalendo il Po infatti i barconi arrivavano al Ticino fino al porto di Pissarello.
Per un breve percorso le mervi erano trasferite su carri e portate al Naviglio e da lì , nuovamente su imbarcazioni, a Milano.

Nel 1443 Filippo Maria Visconti autorizzò la costruzione di un canale per l'irrigazione che partisse dal fiume Adda: la Martesana.
Solamente nel 1457 però grazie a Francesco Sforza vennero iniziati i lavori; il progetto fu affidato all'ingegnere Bertola da Navate.
Diverse famiglie di rilievo si adoperarono affinchè il canale raggiungesse i propri terreni e borghi  così da ottenere facili approdi a questa comoda via d'acqua.
Utilizzato per alimentare numerosi mulini della zona, a partire dal 1471 il canale venne reso navigabile, grazie alla modifica di alcuni ponti che lo attraversavano.

Nel Cinquecento la portata d'acqua andava diminuendo,anche  a causa del diritto di acquedotto: chiunque ne facesse richiesa,aveva il diritto di prelevare l'acqua e deviarla su canali secondari costruiti a scopo agricolo.
Solo nel 1569 fu emessa una sentenza con cui si stabiliva la portata l'acqua minima del Naviglio.
In questo modo  però non si attenuarono gli scontri tra i proprietari terrieri ed i proprietari delle banche insieme con gli alzaioli ed i cavallanti-  cioè coloro che tiravano i barconi nei tratti in salita con funi a mano o legate ai cavalli.
Nel 1571 finalmente si placarono le rivalità grazie all'ampliamento del canale con conseguete aumento di portata.