Siti

Cos'è un naviglio

Il sistema dei canali di irrigazione e navigazione a Milano

Il naviglio è un canale artificiale utilizzato come via di trasporto per merci varia. Percorso da barche e navi di medie dimensioni, era particolarmente utilizzato tra il XIV secolo ed il XIX.

In genere parlando di navigli ci si riferisce ai canali di Milano.
Già in epoca romana vi era un sistema di canali che coincideva principalmente con l'antico fossato romano.
Successivamente nel 1155 venne costruita una nuova cinta  muraria, con un fosso difensivo che venne riempito con le acque del Seveso e del Nirone.
Il primo naviglio costruito fu il Naviglio Grande , nel 1179, con l'iniziale scopo dell'irrigazione dei campi e poi usato per la navigazione di persone ed il trasporto delle merci.
Successivamente vennero costruiti il Muzza nel duecento, il Bereguardo e la Martesana sempre per la navigazione, nel quattrocento, Paderno nel Settecento ed il Pavese, inaugurato nel 1819.
In questo sito esamineremo il Naviglio Grande, il Berenguardo e la Martesana.

Fanno parte del sistema dei navigli:
- Le bocche in fregio: lastre di pietra ai lati del canale con aperture rettangolari che permettono il confluire delle acque cerso i campi tramite la roggia- canale monore- e i canaletti di irrigazione
-le conche: chiuse che formano uno sbarramento momentaneo al corso d'acqua in caso di dislivelli; vi sono due porte stagne apribili ed un bacino centrale; successivamente il materiale fu la pietra ed il mattone. Tra ponti e passerelle sui navigli vi sono ben 187 attraversamenti.
-i ponti:inizialmente erano costruiti in legno,così da poter essere facilmente distrutti in caso di attacco di nemici.

In questo sito esamineremo il Naviglio Grande, il Berenguardo e la Martesana.